Questa etichetta è stata disegnata dall’artista iraniano Hossein Golba, una coppa rossa dentro una coppa blu , uno scrigno prezioso come il nostro lavoro in vigna, fatto di cura della terra, di tanto sapere accumulato nel tempo.
L’artista è presente nel parco di Celle con Le 7 fontane dell’amore, 1993-1997

Il Cardinale

Merlot e Syrah

VITIGNI: Merlot e Syrah
SISTEMA DI ALLEVAMENTO: Densità: 5.000 ceppi per ettaro, cordone speronato
TITOLO ALCOLOMETRICO: 14%
VENDEMMIA: Manuale, con cernita del grappolo nella seconda metà di settembre. Le raccolte avvengono separatamente, a seconda della maturazione delle diverse varietà
METODO DI VINIFICAZIONE:
Le due varietà vengono vinificate separatamente. Dopo la diraspa-pigiatura il pigiato va incontro a macerazione prefermentativa a freddo, con ghiaccio secco, in serbatoi in acciaio inox, per 24 ore. Al termine di questa il mosto è trasferito, assieme alle bucce, in tini di cemento dove, a seguito dell’inoculo di lieviti selezionati, ha luogo la fermentazione alcolica. Durante questa fase vengono svolti numerosi rimontaggi e delestage per massimizzare l’estrazione di colore ed aromi. Al termine della fermentazione il vino resta in macerazione con le proprie bucce per circa 20 giorni, sempre allo scopo di estrarre colore, polifenoli, aromi. Alla svinatura il vino è trasferito in barriques dove svolge la fermentazione malolattica e il successivo affinamento.
AFFINAMENTO: 12 mesi in barriques di rovere francese sulle proprie fecce fini. Terminato l’affinamento in legno le due varietà vengono assemblate e messe in bottiglia, dove si hanno ulteriori 3 mesi di affinamento
COLORE: Rosso rubino intenso
PROFUMO: Persistente, ampio, dove accanto a profumi di frutti di bosco a bacca rossa si percepiscono sfumature leggermente speziate tipiche del Syrah e note di vaniglia, caffè, tabacco dovute all’affinamento in legno
GUSTO: Molto deciso ma morbido, armonico e dotato di buona struttura, con tannini vellutati che accarezzano il palato, finale con note finemente vanigliate
ABBINAMENTI: Si accompagna con primi piatti saporiti, cacciagione e brasati, come fine pasto con formaggi invecchiati e a pasta grassa. Servire a 18° C, stappando la bottiglia qualche ora prima